CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

TNT corriere Rimini un’opinione sui servizi di una azienda di trasporti

TNT Global Express corriere sede Rimini Sant’Arcangelo un’opinione sui servizi di una azienda di trasporti

Aspetto un pacco da Amazon e mi arriva un’email con la data di consegna prevista del pacco.

Bel servizio, penso, così si ha anche modo di organizzarsi.

Rimango tutta la mattinata a casa(con il campanello perfettamente funzionante) e alle 13 vedo per caso nella buchetta delle lettere un AVVISO DI PASSAGGIO. Il corriere penso che abbia la direttiva di non suonare ma far chiamare i destinatari per lucrarci col servizio telefonico.

Poi leggo e rimango basito: per richiedere un secondo passaggio si deve chiamare il numero 199803868 per la modica cifra di 48 centesimo al minuto più scatto alla risposta da mobile….. 199.803.868 calci nel culo!!! E dal 3° giorno compreso quello di PASSAGGIO si dovranno corrispondere le SPESE DI GIACENZA, siete fuori di testa!!!!

Non ci penso neanche a chiamarli, preferisco perdere il pacco, d’ora in avanti solo CONTRASSEGNO, almeno muovi il culo e mi vieni a cercare! Non mi rimane altro che sputtanarli fisicamente e online…

By

Midnight in Paris, secondo me.

Un film acclamato dal pubblico e dalla critica, io l’ho trovato noiosetto e banolotto (uso qui vezzeggiativi per non essere troppo drastico).

Da buon cinefilo di Woody Allen avevo probabilmente troppe aspettative e se sono rimasto affascinato dal calore di Viki Cristina Barcellona o dalla classe di Match Point (per citare film recenti), ho pensato che la maturità di Woody potesse dipingere il ritratto di una città rendendola magica come solo lui sa fare (a volte).

Purtroppo, dopo averlo visto sono rimasto molto deluso. Si tratta di un film che oltre a qualche ironia nelle solite estremizzazioni dei caratteri comportamentali e alcune riuscite caricature di personaggi storici e artistici non va oltre.

La battuta più simpatica del film viene citata nel trailer, i personaggi hanno una recitazione plastica, si vede lontamente come sono impostati dal regista che li fa recitare muovendo la bocca e sbattendo gli occhi poco convinti anche loro del ruolo e della parte.

Siamo troppo distanti da Manhattan oppure da Io e Annie, una fotocopia sbiadita di Vicky Cristina Barcelona, meno cerebrale di Basta che funzioni, neanche lontanamente ricercato di Match Point e neanche un pò divertente rispetto Criminali da strapazzo o dal Dittatore dello stato di Bananas. Ma questa ormai è storia….

L’inizio del film ha una lunghissima carellata di belle immagini di Parigi mentre le scene girate sono pressochè esclusivamente di interni. Le difficoltà maggiori nel girare un film sono le scene esterne ma questo non dovrebbe fermare un regista del suo calibro. Mi viene da pensare sia una questione di budget…. avrei volentieri barattato la presenza nel film di Carla Bruni per qualche altra feature in più! Owen Wilson faccio finta di non averlo visto.

Le comparse sono davvero poche e non si ha la percezione di essere veramente a Parigi (dato il titolo mi sarei aspettato qualcosina di più verista).

E’ presente il solito viraggio marrone tipico dei film di Allen che purtroppo in questo caso si scolorisce di grigio non come in Manhattan ne di rosa come in Tutti dicono i love you… stavolta si attende continuamente un risvolto decisivo mentre invece si scivola lentamente verso una fine prevedibile di un sottotono grigio di noisità.

Non bastano le musiche e le feste di una Parigi della Bella Epoque per far svanire quel senso di tristezza di un personaggio laconico che nel suo io profondo dimostra un’ inadeguatezza e un senso di inettudine autobiografico visto e srtavisto.

Se fosse stato un regista sconosciuto avrei etichettato il film come un prodotto potenzialmente promettente ma questa volta a Woody non gliela passo buona. Non dopo altri inciampi simili come sono stati Scoop e Sogni e delitti.

By

Bartolini corriere, da servizio inefficiente a pratico!

Articolo modificato per i fortunati aggiornamenti di bartolini. (Vedi fondo pagina).

 

 

Premetto che quello che esprimo è solo un parere personale motivato da qualche scomoda esperienza dopo aver effettuato acquisti online. Casi pratici non fanno leggi universali ma le esperienze empiriche di ogni consumatore sono un comodo e pratico riferimento per chi, potendo ancora scegliere, non vuole inceppare in disservizi.

 

Bartolini trasporti è generalmente sul mercato il più economoco corriere presente. Peccato che i minori (non esigui) costi non siano accompagnatri da un degno servizio.

 

Mesi fa mi è capitato di attendere un pacco e non potendo essere presente all’indirizzo di destinazione ho telefonato chiedendo se era possibile cambiare il luogo: niente, dovevano ricevere un FAX dal mittente perchè non potevano essere certi che ero io il vero destinatario (a cosa servono i documenti personali, allora?). Ho dovuto attendere 3 giorni (oltre al giorno di spedizione) per andare a ritirare il pacco in fermo deposito. Questione opinabile.

Quello che è successo  la scorsa settimana invece non ha scusanti:

Acquisto online della merce scegliendo un’opzione (a pagamento) per beneficiare della consegna su appuntamento. Attendo il momento in cui è possibile verificare l’avanzamento del pacco online  e lo individuo già in sede di arrivo, a Rimini. Non sentendo nessuno, al pomeriggio chiamo la sede stessa e vengo informato che il pacco è effettivamente arrivato ma avendo scelto tale opzione di consegna su appuntamento è nedcessario attendere un giorno in più per la consegna e che avrei dovuto indicare per telefono una fascia oraria.

Allora….

1. Avrebbero dovuto chiamarmi loro e non aspettare che io li cercassi.

2. Tale ritardo aggiuntivo non era prima specificato nella descrizione del servizio. Inoltre non ha un reale motivo dato che il pacco non deve fare strada in più.

3. Se un cliente paga per un servizio di consegna su appuntamento, su quella ci si deve mettere d’accordo. Un lasso di tempo non è un appuntamento.

Alla fine, il corriere è passato in un altro orario (a sua discrezione) fornendo un disservizio a pagamento invece di un servizio al cliente!

Corrieri di altre compagnie di trasporto come la TNT Executive, chiamano di loro iniziativa e gratuitamente i clienti che non trovano all’indirizzo di consegna. E’ questo un modo per fare prima la consegna terminando il proprio lavoro e ottimizzando le consegne sul territorio, inquinando e causando meno traffico. Non a caso stiamo parlando di LOGISTICA.

Un consumatore che ha la strana(ormai) pretesa di riscuotere i servizi che è solito pagare.

 

 

Dopo un anno ho avuto modo di riprovare il servizio che finalmente è stato preciso e veloce semplicemente lasciando nella bucheta il recapito del cellulare del corriere che riprogramma una consegna in base le esigenze del cliente. Cosa che adesso come adesso non si può dire di TNT:

http://www.valericcione.ch/2012/10/25/tnt-corriere-rimini-opinioni-pareri-servizi-azienda/