CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Un interessante articolo sull’evoluzione del turismo ben scritto!

La costa romagnola ha conosciuto un primo sviluppo turistico tra le due guerre, quando l’artistocrazia italiana e le nuove classi dirigenti borghesi incominciarono ad affollare gli arenili di questa lunghissima lingua di spiaggia sabbiosa, che dalla laguna veneta scende fino alla costa marchigiana, dove la sabbia è sostituita dai ciottoli e poi dall’alta scogliera del Monte Bartolo, sopra Gabicce Mare.

Fu Benito Mussolini, romagnolo doc di Predappio, a lanciare Rimini e Riccione negli anni Trenta del 1900, quando si recava in vacanza in Romagna assieme alla crème del regime, ma anche a quella della monarchia sabauda. Federico Fellini, riminese doc come Hugo Pratt, nel suo divertente film Amarcord ricorda “La Gradisca”, avvenente signorina dell’epoca che concedeva le sue virtù al principe Umberto, accogliendolo nel talamo del Grand Hotel di Rimini, con quell’espressione un po’popolare e decisamente romagnola nell’accento che ha fatto sognare generazioni di baldi playboy italiani e stranieri, cui le romagnole hanno saputo regalare il sogno di una vacanza romantica ma anche godereccia. Gli aitanti bagnini dell’epoca in compenso, non sono stati secondi a nessuno nel corteggiare e conquistare le grazie delle tante bagnanti, che giungevano in Romagna con il sogno di un’avventura che non fosse solo romantica. Olandesi, tedesche e svedesi hanno conquistato l’immaginario collettivo come dee dell’amore anche se le italiane non sono mai state seconde a nessuna…

Continua su….

http://www.capodannorimini-2013.eu/storia-rimini-mussolini-monarchia-sabauda-fellini-hugo-pratt/

By

Marketing ludico-partecipativo

Marketing oggi, una sfida all’inovazione, una continua ricerca. I mezzi convenzionali non convincono più…Il mondo digitale esige un tributo di parole e immagini che abbiano il pregio di monopolizzare l’attenzione delle persone senza via di fuga.Per crescere, un business per quanto piccolo possa essere, deve tuffarsi nella condivisione tra utenti affinché questi possano scambiarsi opinioni ed esperienze in linea.Questi sono alcuni degli elementi fondamentali, secondo quanto scritto da Steve Straus su USA Today, per spingere un’attività sulle pagine di Facebook.

Il social network sta da tempo incontrando i desideri di molti inserzionisti che anelano di raggiungere i 300 milioni di utenti iscritti attraverso numerosi strumenti di advertising web messi a loro disposizione.

I punti di forza di una campagna marketing che gira sulle pagine di Facebook sono:

–  Adv mirati ad un target scelto accuratamente in base alle esigenze personali

–  Scelta del pagamento per click

–  Modifica dei parametri della campagna in base ai risultati

Le Fanpage di un marchio, inoltre, permettono agli iscritti di interagire tra loro e di partecipare attivamente alla vita del loro prodotto preferito postando interventi e video sulle bacheche.Se un articolo raggiunge l’ambito traguardo del passaparola tra gli utenti di Facebook riesce ad entrare nell’olimpo degli advertising efficaci.Sul social network diventare visibili è più facile di ciò che sembra in definitiva.Il coinvolgimento dei fan, attraverso l’intrattenimento, nella vita del brand è essenziale per percorrere la via del successo.