CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Beach Wellness Festival 2013 Rimini

Il più lungo Festival del Benessere sulla Riviera di Rimini

Dal 10 giugno al 31 agosto 2013:

Le spiagge del benessere 2013, 10° edizione per vivere il mare in natura, salute, armonia.

Sabato 15 e domenica 16 giugno 2013:

Riccione Watsu Festival, 2 giorni in spiaggia per vivere un’esperienza meravigliosa.

Giugno, luglio, agosto 2013:

Albe di luna, meditazione del plenilunio sulle barche della flotta “vele di benessere”. Cena vegetariana a buffet celebrazione della Dea della Notte con brindisi alla Luna. Una piccola flotta di barche a vela da crociera, charter e “storiche” per uscite in mare di gran fascino: Albe di sole, albe di luna, mini crociere di una giornata, weekend lunghi in Croazia.

Sabato 29 e domenica 30 giugno 2013:

Cibus et Salus, festival corpo mente spirito a Verucchio.

Sabato 6 luglio 2013:

Le mille e una rosa, 2° festival danze orientali in riva al mare.

Venerdì 12 luglio 2013:

Beach Wellness Day, le arti del Benessere in spiaggia

Mercoledì 17 luglio 2013:

Magica notte indiana, 6° edizione dal tramonto a mezzanotte.

Mercoledì 31 luglio 2013:

Nel cuore dell’oriente.

Venerdì 9 agosto 2013:

La spiaggia dei bimbi felici (mattino e pomeriggio)

Sabato 10 e 17 agosto 2013:

La notte delle stelle

Sabato 17 agosto:

I colori del benessere, gara nazionale di Body Painting, notte arcobaleno di danze e colori.

Sabato 24 agosto 2013:

Notte Bianca del Benessere, Festival delle arti del benessere in spiaggia.

Beach Wellness

By

Cibus et Salus Verucchio

Benessere e Energia della Valmarecchia!

Nell’antico borgo di Verucchio, tra romantiche stradine e silenti piazzete… la Rocca Malatestiana, la Chiesa di S. Agostino, i piccoli negozi, le botteghe e le trattorie… si svolgerà dal 29 al 30 giugno 2013 la prima edizione di Cibus et Salus Festival tra Nutrimento per il nostro Benessere e la Grande Energia della Valmarecchia!

E’ un evento alla prima edizione, ma si contestualizza in una terra veramente “vocata al benessere” quale è considerata la provincia di Rimini e, più in generale, la Romagna. Ne sono testimonianza gli appuntamenti di grande livello che da oltre dieci anni trovano accoglienza su questa terra: da Rimini Wellness (Bio Stage), alle Spiagge del Benessere (nelle edizioni estive ed invernali), dall’Orientarsi Festival di Pennabilli all’Osho Festival di Bellaria, a Salus Erbe di Saludecio e alla miriade di piccoli ma significativi eventi promossi nel corso dell’anno da Associazioni, Centri di Natura e Salute e singoli operatori del settore

cibus et salusE’ dedicato al mondo olistico, alle energie verdi, al biologico, all’ecologia, alla crescita personale e al variegato mondo degli operatori benessere. Un occhio particolare – il suo segno distintivo – sarà dedicato al tema del cibo e alla salute intesi nella loro accezione più “olistica”, per l’appunto come nutrimento salutare per il corpo, la mente e lo spirito.

I tre filoni di proposta, con il comune denominatore del Cibus, delineano un programma molto ampio e variegato, tale da soddisfare la curiosità dei visitatori e il desiderio di vivere un week end in serenità ed armonia, in piena coerenza con la nostra ricerca di ecologia interiore.

Contenuti

Dunque: cibo per il corpo (biologico, vegetariano, vegano, consapevole, crudista, wellness, a km zero, biodinamico, nutraceutico ecc… le degustazioni, i menù tematici, l’evento nell’evento dedicato al vino “bio-calici di stelle”, il pane, i dolci, il miele); cibo per la mente (incontri con autori, workshop, conferenze, argomenti e testimonianze per la crescita personale); cibo per lo spirito (meditazioni, percorsi sensoriali).

Naturopati, counsellor, wellness coach, alchimisti, operatori olistici, astrologi, astrosofi, massaggiatori… animeranno una proposta incredibile per qualità e varietà negli spazi più affascinanti della Rocca Malatestiana, in particolare nel Salone delle Alchimie, nei cortili e sul torrioncino, il punto più alto del Festival.

Infine i cuochi, gli chef, gli esperti di enogastronomia, i sommelier avranno il compito di ristorare e gratificare il palato dei tanti visitatori attirati dalla promessa di qualità.

Programma

Il programma per l’intrattenimento degli ospiti è particolarmente curato: dal kids corne, lo spazio dedicato al benessere e al divertimento dei più piccoli, agli spettacoli in piazza Malatesta e alla Rocca, le danze orientali e tribali, le performance di arti orientali, musicisti, artisti di strada e anche una serata dedicata all’astrosofia.

I siti destinati ad accogliere il ricco programma sono di grande fascino: la piazza Malatesta, che è anche il cuore del borgo, le stradine di pietra, l’anfiteatro esterno al Museo Archeologico, la chiesa di Sant’Agostino dalle atmosfere “meditative” e la magica Rocca con lo spalto sotto le stelle, la Sala Grande, il cortile con l’antico pozzo e il percorso dei sensi che porta al torrioncino.

Gli stand degli espositori verranno selezionati affinchè la proposta complessiva sia”coerente” con la filosofia generale dell’evento. Dunque spazio a: prodotti vegetariani, vegani, biologici e crudisti, vino, dolci, miele, prodotti naturali per la cura personale, arti e mestieri legati al settore, articoli da regalo oltrechè le rappresentanze di istituzioni, associazioni, scuole di formazione, fitness club, centri benessere.

By

Artisti in piazza 2012 a Pennabilli e la DITTATURA in italia

Ricordiamo che per ordinanze Comunali e Prefettizie è vietato l’ingresso al festival di Pennabilli con cani di qualsiasi taglia e l’ingresso concontenitori di vetro.

Dicitura sul sito ufficiale di Artisti in piazza….

E’ ora di finirla con questo metodo italiano nel proibire le cose perchè non riescono ad essere gestite dalla pubblica amministrazione e dagli enti preposti! (Da ricordare che non esiste legge a livello nazionale che imponga di tenere i cani fuori dai locali pubblici, figuriamoci fuori)…e il prefetto si muove per una cosa così? Chi lo paga il prefetto, ve lo siete mai chiesto? E quanto?

Il motivo del divieto è il grande numero di artisti di strada che hanno i propri animali al seguito e invece che cercare di regolamentare per non creare disordini meglio vietare tutto e tutti, indiscriminatamente anche alla ragazzina di entrare con il proprio yorkshire. Sono stato a Christiania a Copenaghen dove convivono uomini, cani, musica e arte senza regolamentazioni dittatoriali come quelle a cui siamo sottoposti sempre più spesso.

QUESTO E’ IL METODO ITALIANO:

Problemi economici legati alla crescita e si mettono tasse, si cercano aiuti per i terremotati e si trova la genialata delle accise sulla benzina, problemi di sicurezza sulle strade, si inseriscono velox e dossi selvaggi (che ovviamente spingono a correre piu velocemente prima e dopo gli stessi), abbiamo un fisco che funziona come i REBUS: redditometro, Imu, 730 con regole a spannella e non ancora ben definite… intanto paghi, poi si vedrà! Potrei decidere di non farla una cosa se SE SAPESSI il suo costo…

Hanno creato delle fasce di pagamento ridicole, esempio il tikets della sanità: la prima fascia va fino a fino a 36.152 euro… significa che se guadagni 900€ al mese o ne guadagni 2.900 pagherai SEMPRE la stessa cifra.

BISOGNA DIRLE QUESTE COSE!!!

Ci ritroviamo con i risultati sui redditi tutti sballati e i controlli fiscali cadono dove fa comodo ai media per far vedere che lo stato si da da fare. Mi chiedo negli ultimi 30 anni la guardia di finanza dove era??! Cosa faceva per guadagnarsi il pane quotifdiano??! Ci lamentiamo a cose avvenute… in tipico spirito italiano.

Un’ anarchia controllata, un ossimoro sul un modo di essere. La peggiore cosa che ci possa essere perchè è meglio essere liberi oppure comandati in un regime che però funzioni, un regime che ti da quello che ti toglie. Le vie di mezzo fanno comodo ai pochi e non soddisfano molti. Cornuti & mazziati.

Siamo tutti artisti, siamo dei burattini con fili invisibili che credono di essere liberi ma che volano bassi per non accorgersi di quanto può essere teso il filo.

Io a Pennabilli non ci andrò, non compro più benzina da mesi, cercherò, invece di essere assunto, il baratto come libera merce di scambio e dirò addio alle banche italiane portando tutto all’estero. Questo si può ancora fare. Per ora…