CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Quale regalo di natale scegliere.

Quale regalo di natale scegliere in tempi di crisi?

Credo sia giusto comprare i regali di Natale da piccoli imprenditori, dalla bottega dell’artigiano, dal vicino che tira avanti col proprio negozio, dall’amica che crea oggetti unici, da chi resiste alla globalizzazione nei nostri territori…

Facciamo in modo che i nostri soldi arrivino a gente comune che ne ha bisogno… non alle multinazionali e ai grossi imprenditori che sottopagano i dipendenti e delocalizzano le imprese all’altro capo del mondo…. così facendo più persone potranno vivere un Natale felice.

Un esempio di economia autosufficiente, un embargo per premiare il made in Italy. Altro che Europa.

By

Berlusconismo-Giolittismo

Il Berlusconismo è stato un grande equivoco come il Giolittismo 100 anni fa. E se il paradosso dello statista piemontese consisteva nel presentarsi quale liberale proprio mentre statizzava ferrovie, welfare e assicurazioni (o quando invadeva la Libia),il centro-destra ci fatto credere di voler liberalizzare l’Italia proprio mentre inventava la Banca del Sud e moltiplicava controlli e tagliole ai danni dei produttori a partire dallo “spesometro”.

Ora che l’Italia è sull’orlo dell’abisso e che gli investitori internazionali mostrano di non credere nei bond italiani e più in generale nell’affidabilità del Paese, è chiaro che si deve esprimere un giudizio durissimo sugli attori politici di ogni colore che ci hanno condotto in questo disastro. Le responsabilità sono diffuse, ma questo significa che siano egualmente ripartite.

In più di un’occasione, anche nei mesi scorsi e nelle passate settimane, Silvio Berlusconi in prima persona è tornato a ripetere promesse e impegni che già aveva preso vent’anni fa. Ha perfino parlato della necessità di una riforma fiscale che abbassi le aliquote, sostanzialmente ripetendo parole già pronunciate più volte. C’è perfino qualcosa di patetico in tutto ciò, ma è chiaro come questo discenda dall’incapacità dell’intero mondo moderato di tradurre la retorica in azione, le parole in fatti.

In altre parole, l’utilità di paventare una collaborazione fra liberali e socialisti, fra movimento operaio e borghesia.

By

Cosa sta succedendo?

PREVEGGENZE

Matthias Stormberger e Baba Vanga hanno previsto la terza guerra mondiale entro  il 2010.

Oggi, 23/11/2010 la Corea del Nord bombarda isola del Sud e minaccia altri attacchi.

 

CROP CIRCLE CHE INDICANO il 24/11/2010

Tre recenti crop circles (22 maggio Wilton Windmill – Regno Unito); 13 giugno Poirino (Torino); 21 giugno Vale of Pewsey – Regno Unito) avrebbero un  messaggio in essi nascosto che parrebbe chiarissimo grazie all’applicazione di formule matematiche e del codice ASCII: il messaggio:
“Noi che facciamo i cerchi nel grano vogliamo con questo disegno precisare la data che vi avevamo indicato nel precedente disegno impreciso, e quindi la data che dovete considerare è il : 24 novembre 2010.”

 

IRAN, SBALZI DI CORRENTE IN IMPIANTI NUCLEARI

23/11/2010 Un diplomatico Iraniano ha detto di aver capito che l’Iran ha dovuto temporaneamente chiudere alcune delle sue centrifughe per sbalzi di corrente, ma di non aver dettagli su quante volte e quanto a lungo sia accaduto.

Gli esperti di sicurezza hanno detto che la diffusione del virus Stuxnet potrebbe esser stato un attacco al programma nucleare iraniano da parte di uno stato, come Israele o un altro nemico dell’Iran. In seguito Ahmadinejad dichiara: “Colpite da software centrifughe per arricchimento uranio”. Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad ha ammesso oggi che ”diverse” centrifughe per l’arricchimento dell’uranio sono state danneggiate da ”un software installato negli apparati elettronici”. Ahmadinejad avrebbe così inteso confermare che alcune attività collegate al programma nucleare iraniano sarebbero bersaglio di ciberattacchi.

 

PAPA, PROFILATTICI E MATRIMONI PRETI

Il papa ha aperto la strada ai profilattici e ai matrimoni per i preti. Inoltre con un impressionante candore, l’83enne Papa ha ventilato la possibilità che avvenga un qualcosa di cui ufficialmente la Chiesa cattolica non ama parlare perché potrebbe provocare non poche polemiche.

 

CRISI ECONOMICA IRLANDESE

23/11/2010 Irlanda, panico nel settore del credito. Banche giù in Borsa per il piano Ue.Bank of Ireland cede il 22,11% Allied Irish bank perde il 18,14%

EARTHQUAKE 23/11/2010

Magnitude 5.9 , south of the Kermadec Islands.

Magnitude 6.1, NEW BRITAIN REGION, PAPUA NEW GUINEA

Teheran, 29 nov.TEHERAN, 29 NOVEMBRE 2010

Due attentati distinti ma contemporanei contro altrettanti scienziati nucleari iraniani hanno avuto luogo stamattina a Teheran, capitale dell’Iran. Secondo la televisione di Stato uno dei due scienziati è deceduto, l’altro è rimasto gravemente ferito.

La dinamica dell’attentato è stata identica per entrambi: degli uomini in motocicletta si sono avvicinati alle auto in corsa piazzando gli ordigni ai finestrini delle vetture, mentre gli scienziati si recavano ai loro posti di lavoro. Una bomba ha ucciso Majid Shahriari, membro della facoltà di ingegneria dell’Università di Teheran. L’altra esplosione ha ferito gravemente il fisico nucleare Fereidoun Abbasi.

Secondo le autorità iraniane questi attentati contro fisici iraniani, come quelli che li hanno preceduti negli anni scorsi, sono opera dei servizi segreti americani e israelieani che cercano di ostacolare il programma nucleare iraniano. Il responsabile del programma nucleare iraniano, Ali Akbar Salehi, ha avvertito i “nemici” dell’Iran di “non scherzare con il fuoco” (Apcom).

WIKILEAKS: diffusi 250 mila file, rivelazioni sulla stampa internazionale

Una campagna segreta dell’intelligence Usa nei confronti dei vertici delle Nazioni Unite, compreso il segretario generale Ban Ki-moon. A rivelarla è uno dei 250 mila file consegnati da Wikileaks al New York Times e al Guardian e anticipati in parte dalla stampa internazionale e infine pubblicati sul sito fondato da Julian Assange.

 

By

Rimini – Formazione: pioggia di euro da UE

Fondi EU2 milioni la cifra destinata alla riqualificazione del lavoro e all’occupazione femminile

RIMINI – Due milioni di euro dall’Unione Europea piovono a Rimini per la qualificazione e la formazione. La cifra è stanziata da un avviso pubblico per l’assegnazione di risorse del Fondo sociale europeo indirizzato agli enti di formazione e alle aziende per interventi su imprese e lavoratori.

Per la qualificazione dei lavoratori ci sono 500.000 euro per aggiornare, accrescere e specializzare saperi e competenze, contro la crisi l’avviso mette a disposizione 670.000 euro con i quali la Provincia attuerà progetti volti a sostenere le imprese coinvolte in ristrutturazioni aziendali. Per quanto riguarda l’occupabilità l’obiettivo della Provincia è di promuovere le politiche per aumentare il livello occupazionale in linea con le indicazioni europee.

Circa 850.000 euro andranno per progetti formativi che favoriscano l’inserimento e il reinserimento lavorativo di giovani e adulti e a contrastare e prevenire la disoccupazione di lunga durata. Infine 250.000 euro sono destinati a migliorare l’accesso delle donne all’occupazione. I bandi scadono il 17 febbraio per i progetti sulla qualificazione dei lavoratori e l’occupabilità e il 27 ottobre per le proposte su interventi contro la crisi economica e occupazionale. Per l’assessore alla Formazione e al Lavoro, Meris Soldati, si tratta di “interventi molto importanti che assumono una valenza strategica, sia per le aziende colpite dalla crisi che per i lavoratori che a seguito della perdita del posto devono ricollocarsi sul mercato del lavoro”.

Follow Twitter Vale click on…