CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Seminario Coriano di Rimini: Agressività nel Cane

Abbiamo il piacere di comunicare che il centro cinofilo “Io Mi Fido Di Te“, con sede in via della Badia 8 a Coriano di Rimini organizza dal 31 agosto al 1 settembre 2013 un seminario che tratterà della cooperazione tra specie, dell’aggressività intra e cospecifica e dell’utilizzo dei cani “tutor” per il recupero comportamentale di cani problematici.

Io Mi Fido Di Te organizza dal 31 agosto al 1 settembre 2013 a Coriano di Rimini il seminario:

Agressività nel Cane, cooperazione tra specie e i cani Tutor

I relatori saranno Valeria Rossi e Claudio Mangini, due noti e acclamati esponenti della cinofilia italiana ed europea.

Valeria Rossi
Seminario Cani RiminiSavonese, annata 53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi Siberian Husky, con l’affisso “di Ferranietta”) e addestrato cani da utilità per 16. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività).

E’ autrice di 81 libri cinofili e della serie televisiva “I fedeli amici dell’uomo”, nonché conduttrice del programma TV “Ti presento il cane”, che ha preso il nome proprio da quella che ers la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online.

Attualmente ha ripreso a lavorare sul campo con i cani e mette a disposizione la propria esperienza attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari.

Claudio Mangini
E’ considerato uno dei più importanti animal trainer cinematografici italiani ed internazionali per il numero dei prodotti audiovisivi realizzati e per i prestigiosi riconoscimenti ottenuti.

E’ stato l’unico animal trainer che ha percorso il Red Carpet della mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, con ben due film (“Summergames” e “L’ultimo terrestre”), interpretati entrambi dallo stesso cane.
Ha dato un contributo significativo alla cinofilia moderna introducendo nell’ambito del recupero comportamentale i “cani tutor”, un particolare e innovativo meccanismo di suo sviluppo, in grado di eliminare l’aggressività intra ed inter specifica in poco tempo.

Nel 2009 sono state fatte c/o l’università di Pisa – Facoltà di Medicina Veterinaria (TACREC) – 2 tesi di laurea sui suoi particolari metodi di lavoro, sia per l’attività cinematografica sia per quello di recupero comportamentale dall’aggressività.

By

Toelettatura per cani su furgone mobile

Dato che italia dobbiamo per cosi dire “inventarci” i lavori, oggi proponiamo un investimento per gli amanto degli animali:

la toilettatura mobile che viene a lavarti il cane sotto casa!

La toelettatura mobile è un servizio conosciuto, apprezzato e diffuso nel nord America ed in alcune nazioni dell’Europa centro-settentrionale. Viene semplicemente allestito un furgone (in parecchi casi anche un rimorchio) con tutte le apparecchiature indispensabili al funzionamento di un’attività analoga in postazione fissa. Le prestazioni d’opera possono avvenire in qualsiasi località del territorio nazionale, dai piccoli borghi magari sprovvisti di toelettatura cani alle grandi città in cui la domanda è ai massimi livelli.
Una volta ammortizzato il costo del furgone e delle apparecchiature il gestore non dovrà sostenere grosse spese di “mantenimento” e soprattutto non dovrà far fronte ai canoni d’affitto ed a eventuali spese condominiali. A ciò si aggiunge il grandissimo vantaggio di poter svolgere un lavoro in piena autonomia lontani anni luce da vicini particolarmente stressanti o prevenuti nei riguardi dell’attività in oggetto qualora la si svolga in postazione fissa. Si potranno individuare abbinamenti molto interessanti con studi veterinari, allevamenti, pet shop, campeggi, villaggi turistici, ecc. raggiungendo in un battibaleno le località e le posizioni economicamente più vantaggiose.
Si potranno anche scegliere, in piena autonomia, diverse formule commerciali che comprendano sia il lavoro su appuntamento che quello a rotazione in zone precedentemente individuate o che si rivelino particolarmente interessanti per lo sviluppo dell’attività. Insomma un buon investimento anche e soprattutto tenendo conto dell’attuale situazione economica.
IL FURGONE
Parecchi mezzi si prestano a questo servizio e siamo in grado di allestire qualsiasi furgone, anche usato e di Vs. proprietà, che possieda idonea capienza. Tanto per fare degli esempi un Fiat Ducato, un Opel Movano, un Citroen Jumper, un Mercedes Sprinter, ecc. potrebbero essere adattati con pochi interventi non invasivi.
L’ALLESTIMENTO INTERNO

Facciamo un esempio che potrà ritenersi valido per la maggior parte dei furgoni. Allestimento interno di un Mercedes Sprinter L3H3 o simile

Rivestimento totale completamente sigillato in vetroresina lavabile e sanificabile;
scaldabagno elettrico capacità 100 litri per la produzione di acqua calda;
taniche per l’acqua chiara e scura con pompe di pressione;
installazione attrezzature per la toelettatura e cioe: vasca con portellone apribile per i cani di grossa taglia e pozzetto di decantazione per la raccolta del pelo morto, tavolo a pompa idraulica, cappa d’aspirazione per il pelo volatile con sacco di raccolta in tessuto microporoso, soffiatore 1200 Watts e föhn a due calorie;
ancoraggio a parete o pavimento di tutte le apparecchiature;
impianto elettrico con lampade a led, prese d’utilizzo per le tosatrici ed altre attrezzature e salvavita;
divisione vano laboratorio dal vano “di servizio”;
collaudo tecnico.

GLI OPTIONALS

Condizionatore a tetto silenziato
riscaldatore supplementare della parte destinata a laboratorio
generatore a benzina silenziato

IL CORSO DI TOELETTATURA ED IL DISBRIGO DELLE PRATICHE BUROCRATICHE

Si può frequentare un Corso di toelettatura professionale dove un referente qualificato che Vi seguirà passo passo durante il disbrigo delle pratiche burocratiche presso ASL, Comuni e Province.

I PAGAMENTI

A seconda dei servizi richiesti Vi verranno prospettati preventivi diversi: potrete decidere in autonomia se acquistare da noi il furgone, oppure se procurarvelo da soli (nuovo od usato che sia); se introdurre all’interno del furgone medesimo alcuni degli optionals oppure se optare per la soluzione base; se farVi supportare da un toelettatore professionista oppure no; se sbrigare da soli le pratiche presso ASL, Province e Comuni, oppure se avvalerVi della nostra consulenza.

Tutte le singole opzioni sono finanziabili mediante leasing operativo (purchè la Vs. ditta sia sul mercato da almeno due anni) oppure mediante rateizzazioni “ad hoc”.

Esempio di costi da affrontare con furgone per la toelettaura di Vs. proprietà:

Allestimento base del mezzo € 15.500,00 + IVA;
allestimento base della toelettatura € 8.500,00 + IVA;
disbrigo pratiche burocratiche + corso di toelettatura € 2.200,00 + IVA;
royalties mensili per i primi tre anni € 185,00/mese.

LA RESA

Prendendo come riferimento il risultato economico di una toelettatura tradizionale la toelettatura mobile assicura i seguenti vantaggi:

scelta non vincolata (dall’ubicazione del locale) dei luoghi in cui operare e quindi possibilità di mutare in tempo reale le zone d’esercizio dell’attività;
grande autonomia negli spostamenti e negli orari;
nessun contratto d’affitto da stipulare;
nessuna spesa condominiale da affrontare;
possibilità di raggiungere le zone turistiche più interessanti dal punto di vista commerciale in alta stagione e di abbandonarle in bassa stagione;
possibilità di operare presso il domicilio di una Clientela medio/alta che non possa o non voglia raggiungere una toelettatura tradizionale per problemi di tempo o di salute;
possibilità di operare all’interno di padiglioni fieristici, in occasione di sagre, stages di toelettatura, mostre di cani o gatti, esposizioni locali, regionali, nazionali e mondiali, ecc.;
possibilità, una volta acquisite le necessarie competenze, di istituire corsi di toelettatura itineranti nelle località prescelte dai richiedenti.

Calcoli molto prudenziali e per difetto consentono di ipotizzare un incasso medio lordo settimanale di € 1300/1500 (per 5 cani di taglia media al giorno lavati e tosati) da cui vanno dedotte le spese vive e l’eventuale rata di leasing o di finanziamento solo per i primi tre/cinque anni di attività.

Tutto sommato un buon affare, direi!

By

Cina cani uccisi a bastonate ogni giorno

Viaggio choc nei macelli dei quattrozampe: animali uccisi con due colpi sulla testa e sgozzati di fronte agli altri chiusi in gabbia in attesa del loro triste destino.

Il girone più profondo dell’inferno. Spesso vengono mostrate le immagini di cani rinchiusi in gabbie strettissime, caricati su camion destinati ai macelli di alcuni Paesi asiatici. Spesso questi trasporti vengono bloccati e talvolta, grazie all’intervento delle associazioni animaliste, gli animali, anche acquistandoli, vengono salvati. Raramente però è stato possibile mostrare la parte più profonda dell’inferno che attende questi cani al termine del viaggio. Trentamila di loro vengono uccisi a bastonate ogni giorno nei macelli in Cina, per la carne o per la pelliccia, per un giro d’affari di più di dieci milioni di euro l’anno. È quanto riporta l’organizzazione internazionale “Animal Equality “ che ha documentato il tutto infiltrarsi dove si produce carne di cane a Jiangmen e a Zhanjiang, filmando quanto succede. Immagini che descrivono come «assolutamente inedite e che rivelano gli orrori quotidiani connessi al commercio di questo tipo di carne in Cina».

Il video e le fotografie sono state pubblicate anche sul sito italiano (www. senzavoce.org) dell’organizzazione. Sono immagini che definirle un orrore è forse poco e per tutelare la sensibilità di chi si pone il problema non sono qui pubblicate, ma descriverle e lasciare la libertà ai lettori di visitare il sito dove sono disponibili. «Questo video è il peggiore, il più crudele e terribile che abbia mai visto», ha commentato Bernard Rollin, docente di Scienze Animali e Scienze Biomediche presso la State University of Colorado, riporta l’associazione. Probabilmente – prosegue la nota – alcuni dei cani «sono stati rubati dalle case in cui abitavano, secondo un sondaggio realizzato dall’Ong Guo nel maggio 2011 visto che oltre l’80% delle famiglie a Jinan (Shandong) hanno denunciato il furto di un cane».

I filmanti mostrano i mercati dove viene venduta la carne di cane, per poi spostarsi alle gabbie dove vengono stipati prima di essere uccisi. Gabbie strettissime, dove per loro è impossibile muoversi, uno schiacciato all’altro e quando provano a far spuntare il loro muso dalle rete, ricevono anche un calcio di qualche persona.

I cani vengono poi estratti dalle gabbie con delle pinze, trascinati sul pavimento e poi colpiti con due bastonate sulla testa. Alcuni muoiono subito, altri perdono solo i sensi. Così quando la lama del coltello taglia loro la gola per farli dissanguare, alcuni si dimenano dal dolore. Possono passare anche alcuni minuti prima che muoiano definitivamente. Così alcuni si muovono ancora, accatastati uno sull’altro in attesa di essere buttati nei contenitori dell’acqua bollente, privati del loro pelo e ripuliti delle loro viscere.

Uno spettacolo orrendo, vissuto anche dagli animali che attendono il loro triste destino. In alcuni momenti del video si vede un cane terrorizzato (quello della foto in questo articolo) , chiuso in una gabbia che non gli permette neanche di coricarsi, che guarda a un metro da lui scorrere il sangue dei suoi simili.

Mangiare carne di cane «è particolarmente popolare nel Nord-Est del Paese, al confine con la Corea, e nelle regioni meridionali, come Guizhou, Guandong e Guangxi – spiega l’organizzazione – L’unica zona dove è vietato il consumo di questo prodotto è Hong Kong, mentre al momento, in Cina, non sono presenti leggi nazionali a tutela degli animali».

By

Divieto di catena per i cani in Emilia Romagna, è legge!

L’Emilia Romagna vieta l’uso della catena sugli animali

E’ stato deciso il divieto dell’uso della catena per i cani ed entrerà in vigore fra sei mesi e con una sanzione di 150 euro, è stato approvato ieri dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna . “L’uso della catena – sottolinea Roberto Piva – sarà infatti consentito esclusivamente in casi contingenti, molto limitati e per tempi ristretti, legati al tema della sicurezza e in particolari situazioni di carattere sanitario”.

L’Emilia Romagna vieta l’uso della catena sugli animali
Catena“Non è neppure automatica l’obbligatorietà di sostituire la catena con un box, dal momento che e si possono trovare anche altre soluzioni: l’obiettivo importante è riuscire ad ottenere un mutamento sul piano culturale: è necessario un maggiore rispetto degli animali dal punto di vista delle loro caratteristiche comportamentali e del loro benessere”.

Tutto ciò in attesa di “International Take Your Dog To Work Day” celebrata la prima volta nel 1999, la festa è stato ideata per omaggiare i nostri amici a quattro zampe e per sensibilizzare le persone sulla loro cura e sulla loro tutela. L’occasione è il prossimo 22 giugno quando tutti sono invitati a portare i cani in ufficio!

By

Terremoto in Emilia e gli animali, come intervenire per aiutarli

Terremoto in Emilia Romanga e animali domestici. È stata ancora una notte insonne quella appena trascorsa per gli abitanti dell’Emilia, dove si cerca ancora l’ultimo disperso e il bilancio è di 16 morti e 350 feriti. Dalla mezzanotte scorsa l’Ingv, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ha registrato oltre 60 scosse, con epicentro situato nella zona interessata dal terremoto. Un evento, questo, che ha colpito e sta colpendo anche gli animali.

Molti, per la paura, sono scappati da casa, in migliaia sono rimasti feriti o imprigionati dalle macerie, tantissimi esemplari si trovano ancora nelle stalle pericolanti. Cosa si può fare per loro?

Per cominciare, l’Associazione protezione del gatto (Apg) di Modena e l’Associazione protezione animali carpigiana (Apac) si propongono di aiutare le famiglie che hanno perso o dovuto abbandonare il loro gatto durante il terremoto a recuperare e a custodire il proprio animale fino al ritorno alla normalità. E si rendono disponibili inoltre ad occuparsi dei gatti rimasti senza mezzi di sussistenza, garantendo alimentazione, ricovero ed eventuali cure mediche. Le due associazioni hanno anche attivato un punto di ascolto per le segnalazioni di smarrimento, ritrovamento, avvistamento e per le richieste di intervento, attivo il lunedì dalle 14 alle 19, il martedì e mercoledì dalle 16 alle 19 e il venerdì dalle 14 alle 19. Il numero del punto di ascolto è 059/255769 e permette di parlare con l’Apg, mentre per mettersi in contatto con l’Apac, si può telefonare allo 320425403 e allo 3204620803 o scrivere all’indirizzo e-mail stregattara@gmail.com.

Per quanto riguarda i canili, a quanto pare non ci sarebbero stati gravi danni, ma i cani iniziano ad essere troppi, dal momento che si sono aggiunti anche quelli dei privati. Per questo motivo, come riporta il blog I cittadini prima di tutto, si sta allestendo un accampamento davanti al canile, ma servono cucce, antiparassitari, medicinali, cibo e molto altro. Per chi volesse aiutare i volontari della LAV di Modena, il punto di raccolta del materiale è la sede LAV di Modena, via Canaletto 100, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, per favore avvisare prima al 320/4795021. E’ possibile contribuire agli aiuti, anche attraverso una donazione sul conto corrente LAV MODENA (IT14W0538712998000000680238) specificando la causale del versamento ( “Animali terremotati”), così sarà possibile acquistare direttamente il materiale necessario per fronteggiare l’emergenza.