CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Capodanno a Riccione 2012 in Piazzale Roma

Capodanno 2011-2012 “Riccione Bollani Show – Only Smoking Music”. Uno spettacolo di piazza unico aprirà le celebrazioni dei 90 anni del comune.

Per la notte di Capodanno 2013 cliccare qui!

Riccione Bollani Show

“RICCIONE BOLLANI SHOW – ONLY SMOKING MUSIC”
A Capodanno uno spettacolo di piazza unico aprirà le celebrazioni dei 90 anni del comune.
Protagonista della serata il grande musicista Stefano Bollani che interagirà con Dario vergassola, The Quartetto Euphoria e l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro diretta dal M° Giorgio Leardini. Dopo i fuochi d’artificio un aftershow dj set curato da Cocoricò Network in collaborazione con Peter Pan-Villa delle Rose.

RICCIONE BOLLANI SHOW. ONLY SMOKING MUSIC, il Capodanno di “Riccione 90”, è uno spettacolo evento unico pensato e curato dal Comune di Riccione , che nel 2012 compie 90 anni, con l’ambizione di mettere insieme, attraverso una proposta unica nel suo genere, cittadini e turisti nella promozione di un evento straordinario che rappresenti la storia, la tradizione e, nel contempo, un nuovo immaginario di Riccione.

Il 31 dicembre 2011 a partire dalle ore 22, nella meravigliosa cornice di Piazzale Roma, sarà allestito un palcoscenico speciale capace di ospitare 70 elementi della prestigiosa Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro diretta dal M° Giorgio Leardini. L’Orchestra, punto di riferimento per la Fondazione Teatro della Fortuna di Fano e presenza costante da sempre nel cartellone del Rossini Opera Festival, presenterà un programma musicale che tra jazz, classica, canzoni e colonne sonore, attraversa la storia della musica del Novecento. Ad interagire con l’Orchestra, The Quartetto Euphoria, un quartetto d’archi umoristico tutto al femminile. Il “Quartetto”, Marna Fumarola e Suvi Valjus ai violini, Hildegard Kuen alla viola, Michela Munari al violoncello, è spesso ospite di trasmissioni radiofoniche e televisive come Quelli che il calcio, Parla con me, Che tempo che fa e interagisce con artisti di fama internazionale come Skin (Skunk Anansie), Banda Osiris e l’Orchestra di Piazza Vittorio.
Il cuore della notte di Capodanno vedrà salire sul palco di Piazzale Roma un ospite straordinario, Stefano Bollani, il grande compositore e pianista, vero protagonista della serata, proporrà brani del suo repertorio e dialogherà in musica con l’Orchestra e con il Quartetto. Stefano Bollani è uno dei musicisti più acclamati nell’ambito del jazz internazionale e, oltre ad incarnare il punto di riferimento degli appassionati del genere, calibra la sua anima da intrattenitore e “cabarettista” riuscendo a farsi amare anche dal grande pubblico. È ideatore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici di grande successo. Dal 2006 va in onda su Radio Rai Tre, insieme a David Riondino e Mirko Guerrini, con la trasmissione musicale Dottor Djembé. È reduce dalla conduzione del programma rivelazione di Rai Tre, Sostiene Bollani, un viaggio nel mondo della musica e dei suoi protagonisti, grandissimo successo di critica e di pubblico.
Ad accogliere il pubblico del Capodanno di Riccione e a fare gli onori di casa il comico e presentatore Dario Vergassola che avrà il compito di animare lo spettacolo con ironia e sarcasmo e scandirne la narrazione con interventi atti a rievocare i vari momenti storici degli ultimi 90 anni di Riccione.
In Piazzale Roma verrà allestito un maxi-schermo che proietterà video, visual e immagini della città di Riccione tratte dalle fotografie originali del prezioso Archivio “Foto Riccione” di Pico e Gianni Zangheri. Le cartoline giganti di Riccione si alterneranno alle immagini in presa diretta del concerto e saranno reinterpretate dal vivo in chiave pop dai talentuosi Vj di Cocoricò Network e proseguiranno anche nell’aftershow che dopo i fuochi d’artificio trasformerà piazzale Roma in un inedito dancefloor con la partecipazione di Dj dei principali club e discoteche di Riccione.

“RICCIONE BOLLANI SHOW – ONLY SMOKING MUSIC” è un lungo weekend di emozioni nel segno della musica, dello spettacolo e del divertimento, e nel contempo un evento che inaugura un 2012 nel segno di “Riccione 90”. Il Capodanno di “Riccione 90” sarà la prima tappa di una grande festa lunga un anno, un caleidoscopio di eventi e di attività diffuse sul territorio, accumunate dal denominatore comune della multidisciplinarietà e da un’idea di condivisione e grande partecipazione con la comunità.

A cura: Comune di Riccione con il sostegno di Provincia di Rimini, APT, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Istituto di Vigilanza Civis Augustus di Rimini, Consorzio d’Area di Viale Ceccarini.

By

Notte Rosa 2011, programma di Ingegno & Furbizia (ironico)

L’ingegno dei Romagnoli che dal niente si riinventano il ferragosto.

Provenienti da pura emulazione della notte Bianca, in riviera ci abbandoniamo a facili (e rosei) entusiasmi ma c’è poco da gioire: invece di investire in strutture e servizi per un turismo di qualità si preferisce guardare al proprio orticello, il più vicino possibile nel tempo e nello spazio.

Come?  Presto detto: si sceglie qualche artista ormai passato (vedi Ricky Martin o Francesco De Gregori) o giovani che hanno tutti gli interessi ad apparire in pubblico (Alessandra Amoroso) e si da l’illusione ai turisti di vedere qualcosa di esclusivo mentre sono gli artisti stessi a sbavare per poter apparire in pubblico e non cadere nel dimenticatoio. Purtroppo qui a cadere nel dimenticatoio rischia di essere la riviera Adriatica che ha perso il fascino e il buon rapporto qualità prezzo di quando negli anni 70/80 ha saputo conquistatare i Tedeschi, gli Olandesi e le famiglie borghesi italiane.

Ora si trovano i vacanzieri last minute che occupano gli hotel per 3 giorni al massimo, mangiano panini e rovinano tutto.

Ma non è finità: la vera Furbizia si è dimostrata in tutta la sua scontata ovvietà: prolungare la Notte Rosa così da fare 2 giorni di festa mantenendo lo stesso budget. Risultato? Artisti sconosciuti, spettacoli improvvisati, dispersione delle performance (tanto saranno tutti ubriachi cosa vuoi che ci capiscano?!) e con la scusa di valorizzare il territorio si cerca di coivolgere anche l’entroterra in questa farsa di stagione. Finiremo con organizzare la settimana rosa…

Una volta tanto i poveri bagnini hanno solo da perdere: per non vedere i propri bagni al mare devastati sono costretti ad ingaggiare body guard che vietano l’accesso alla spiaggia (cosa peraltro illegale). Capita anche di vederli noleggiare la brandina per 2 Euro (che brutta immagine per la riviera) per portarsi a casa qualche centinaio di Euro e poi dover riparare tende e ombrelloni danneggiati e pulire tutto in fretta e furia prima che i bagnanti mattutini (quelli della vecchia leva, abituati ancora a prendendere ciò che dovrebbero aspettarsi) arrivino nella loro spiaggia dispensando le ovvie lamentele per le condizioni di disordine vario causato dalla notte prima. Tutti un branco di matti. I promotori, gli esercenti commerciali e i turisti.

Sarebbe meglio fare i signori puntando ad un turismo di qualità rispetto alla ricerca della quantità.

Un vecchio detto Romagnolo diceva: “Uccell in storn nun si ingrassan”!