CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Cinè – Giornate estive del cinema Riccione programma luglio 2013

Riccione Ciné, dal 1 al 4 luglio 2013 presso il Palazzo dei Congressi di Riccione, ritorna l’appuntamento estivo con le convention delle case di distribuzione e con l’industria cinematografica, nel corso del quale verranno presentati in anteprima i film della prossima stagione.

Cinè, Giornate estive del cinema a Riccione

La manifestazione si aprirà con l’inaugurazione del Trade Show, la mostra mercato del settore, e proseguirà con una serie di iniziative legate allo scenario offerto dalla digitalizzazione, a momenti di approfondimento e convention.

Ciné è promossa e sostenuta dall’ANICA, Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali, in collaborazione con gli esercenti dell’ANEC e dell’ANEM.

cine 2013

PROGRAMMA LUNEDI’ 1 LUGLIO 2013

Ore 12
PalaRiccione APERTURA ACCREDITI

Ore 13.00
Terrazza Palariccione WELCOME PARTY

ORE 14.30
Foyeur Sala Concordia – Palariccione

INAUGURAZIONE TRADE SHOW
Apertura area espositiva

Ore 15.00
WORKSHOP – LE NUOVE TECNOLOGIE – I SESSIONE
“Il nuovo Cinema Digitale. Domande e risposte sulle modalità di approccio, vantaggi e difficoltà incontrate.”

Ore 16.00
CASE HISTORY a cura di Media Salles

ORE 17.00
COFFEE BREAK

ORE 17.30
WORKSHOP – LE NUOVE TECNOLOGIE – II SESSIONE
La prospettiva futura della tecnologia digitale: I sistemi di gestione automatizzata, la ricezione satellitare dei contenuti, le nuove soluzioni tecnologiche per i sistemi D.Cinema. Innovazione e adeguamento dei sistemi audio al linguaggio visivo digitale.”

ORE 18.30
WORKSHOP – NINJIA ACADEMY & VIRAL BEAT Digital pr e distribuzione dei contenuti online Giovanna Montera

ORE 19.15
PRESENTAZIONE 18MONTHS 18tickets: il cinema si fonde con i social network.
Tutti i vantaggi 3.0  per lo spettatore direttamente dal suo smartphone:  organizzazione serate ed acquisto 1click direttamente dai social network. Biglietto completamente elettronico e completa tracciabilità a norma di privacy anche per i minorenni. Ogni esercente  potrà  potenziare il proprio business, migliorare l’efficienza organizzativa ed avviare azioni di digital marketing mirato e social commerce, con questa soluzione certificata SIAE.

ORE 20.00
Terrazza Palariccione APERITIVO

ORE 21.00
Giometti Cineapalace – Riccione
ANTEPRIMA NAZIONALE Sony Digital Cinema

PROGRAMMA MARTEDI’ 2 LUGLIO 2013

Ore 9.30
Cinepalace Giometti CONVENTION SONY DIGITAL CINEMA

Ore 10.15
Sala Palariccione
WORKSHOP SULLA MULTIPROGRAMMAZIONE
“Fuori orario” (titolo provvisorio)
A cura di ANICA ANEC ANEM
Esercenti, distributori e produttori si confronteranno sul tema della multiprogrammazione (intesa sia come offerta di contenuti alternativi sia come pluralità e diversificazione di spettacoli cinematografici) in un workshop dinamico, patrocinato da Anica, Anec e Anem, in cui saranno analizzate le eccellenze del settore e condivise esperienze e riflessioni, per comprendere gli scenari percorribili offerti da questa importante opportunità, con l’obiettivo di comprendere anche quali strategie di multiprogrammazione saranno attivabili e quali novità saranno disponibili nell’immediato futuro.

Ore 12.00
Sala Palariccione
WORKSHOP – LE NUOVE TECNOLOGIE – III SESSIONE
La nuova figura professionale dell’operatore di cabina. Da proiezionista a manager informatico. L’evoluzione tecnologica dei servizi collaterali all’interno dei Multiplex. Come cambia la formazione e il reclutamento degli addetti alla proiezione dei film in digitale.

ORE 12.30
WORKSHOP NINJA ACADEMY
“Create! La formula segreta per la viralità nel cinema” – Mirko Pallera
Come innescare movimenti e condivisioni che ruotano intorno ai contenuti – definiti ex post – virali. Il focus sarà il cinema e le strategie di promozione dei film in uscita, con case study che possano far comprendere le logiche universali alla base del successo dei film ed in generale dei contenuti audiovisivi.

Ore 13.30
Quarto Piano Palariccione
LIGHT LUNCH BUFFET
Per tutti gli accreditati

Ore 15.30
Sala Concordia
Inaugurazione ufficiale CINÉ
Saluto dei Presidenti:
Richard Borg (Distributori ANICA), Lionello Cerri (ANEC), Carlo Bernaschi (ANEM)
a seguire:
Ore 15.00
Presentazione Trailer
ACADEMYTWO – CLOUD MOVIE- KOCH MEDIA – VIDEA

Ore 15.30
Sala Concordia
Convention UNIVERSAL PICTURES a seguire:
FILMAURO

Ore 17.00
Area Trade Show Coffee break

ORE 17.30
Presentazione Listino LUCKY RED

ORE 18.15
Convention 01 DISTRIBUTION – Una Divisione Rai Cinema

ORE 19.30
Terrazza Palariccione
THE LONE RANGER COCKTAIL
A cura di: The Walt Disney Company Italia

ORE 20.30
Sala Concordia
SPECIAL SCREENING – THE LONE RANGER
Regia: Gore Verbinsky
Con: Johnny Depp, Armie Hammer
Per gentile concessione di The Walt Disney Company Italia

ORE 23.00
BLING RING PARTY A cura di: LUCKY RED

PROGRAMMA MERCOLEDI’ 3 LUGLIO 2013

ORE 9.30
Sala Concordia
CONVENTION THE WALT DISNEY Company Italia

ORE 10.45
Sala Concordia
PRESENTAZIONE LISTINO BIM

ORE 11.30
Area Trade Show
COFFEE BREAK

ORE 12.00
Sala Concordia
CONVENTION WARNER BROS

ORE 13.15
Quarto Piano Palariccione
LIGHT LUNCH BUFFET
Per Tutti gli accreditati

ORE 15.30
Sala Concordia
CONVENTION MEDUSA

ORE 16.30
Sala Concordia
PRESENTAZIONE LISTINO NOTORIUS

ORE 16.45
Area Trade Show COFFEE BREAK

ORE 17.15
Sala Concordia
CONVENTION CINEMECCANICA

ORE 18.00
Sala Concordia
CONVENTION THE 20th CENTURY FOX

ORE 19.15
EVENTO SPECIALE
A cura di: THE 20th CENTURY FOX

ORE 22.30
Sala Concordia ANTEPRIMA NAZIONALE
IN TRANCE
Regia: Danny Boyle
Con: James McAvoy, Vincent Cassel e Rosario Dawson
Per gentile concessione di THE 20th CENTURY FOX

PROGRAMMA GIOVEDI’ 4 LUGLIO 2013

ORE 9.30
Sala Concordia
CONVENTION
EAGLE PICTURES

ORE 10.30
Sala Concordia
CONVENTION
M2/MOVIEMAX

ORE 11.30
Sala Concordia
ANTEPRIMA NAZIONALE
I MAGHI DEL CRIMINE
Regia:  Louis Leterrier
Con: Woody Harrelson, Isla Fisher, Morgan Freeman
Per Gentile concessione di Universal Pictures

ORE 13.15
Quarto Piano Palacongressi
LIGHT LUNCH BUFFET
Per tutti gli accreditati

ORE 15.30
Sala Concordia
ANTEPRIMA NAZIONALE
STARBUCK – 553 e non saperlo
Regia: Ken Scott
Con: Patrick Huard, Julie LeBreton, Antoine Bertrand
Per gentile concessione di Bolero Film

ORE 20.00
Piazzetta Ceccarini
CINECIAK D’ORO
Consegna premi Ciak d’oro dedicati alla commedia

ORE 22.30
PARTY DI CHIUSURA

Per informazioni e dettagli: segreteria tel. 051 4298333

By

Happy Family su rai3 sembra molto carino…

By

Italia 1 e il palinsesto da terremoto

Oggi, 20 maggio 2012…giusto x alimentare un pó l’ansia da sisma, su italia1 trasmettono un film catastrofico sul #terremoto!:|

Nel caso in cui trasmettono un porno, avvisatemi, grazie.

By

Charlie Chaplin, Il grande dittatore – Discorso all’umanità

«Mi dispiace, ma io non voglio fare l’imperatore. Non voglio né governare né comandare nessuno. Vorrei aiutare tutti: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi. Tutti noi esseri umani dovremmo unirci, aiutarci sempre, dovremmo godere della felicità del prossimo. Non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti. La natura è ricca e sufficiente per tutti noi. La vita può essere felice e magnifica, ma noi l’abbiamo dimenticato. L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, fatto precipitare il mondo nell’odio, condotti a passo d’oca verso le cose più abiette. Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi. La macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà, la scienza ci ha trasformati in cinici, l’abilità ci ha resi duri e cattivi. Pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che macchine ci serve umanità, più che abilità ci serve bontà e gentilezza. Senza queste qualità la vita è vuota e violenta e tutto è perduto. L’aviazione e la radio hanno avvicinato la gente, la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà dell’uomo, reclama la fratellanza universale. L’unione dell’umanità. Persino ora la mia voce raggiunge milioni di persone. Milioni di uomini, donne, bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di segregare, umiliare e torturare gente innocente. A coloro che ci odiano io dico: non disperate! Perché l’avidità che ci comanda è soltanto un male passeggero, come la pochezza di uomini che temono le meraviglie del progresso umano. L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori. Il potere che hanno tolto al popolo, al popolo tornerà. E qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa. Soldati! Non cedete a dei bruti, uomini che vi comandano e che vi disprezzano, che vi limitano, uomini che vi dicono cosa dire, cosa fare, cosa pensare e come vivere! Che vi irregimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie! Voi vi consegnate a questa gente senza un’anima! Uomini macchine con macchine al posto del cervello e del cuore. Ma voi non siete macchine! Voi non siete bestie! Siete uomini! Voi portate l’amore dell’umanità nel cuore. Voi non odiate. Coloro che odiano sono solo quelli che non hanno l’amore altrui. Soldati, non difendete la schiavitù, ma la libertà! Ricordate che nel Vangelo di Luca è scritto: «Il Regno di Dio è nel cuore dell’Uomo». Non di un solo uomo, ma nel cuore di tutti gli uomini. Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, il progresso e la felicità. Voi, il popolo, avete la forza di fare si che la vita sia bella e libera. Voi che potete fare di questa vita una splendida avventura. Soldati, in nome della democrazia, uniamo queste forze. Uniamoci tutti! Combattiamo tutti per un mondo nuovo, che dia a tutti un lavoro, ai giovani la speranza, ai vecchi la serenità ed alle donne la sicurezza. Promettendovi queste cose degli uomini sono andati al potere. Mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse e mai lo faranno. E non ne daranno conto a nessuno. Forse i dittatori sono liberi perché rendono schiavo il popolo. Combattiamo per mantenere quelle promesse. Per abbattere i confini e le barriere. Combattiamo per eliminare l’avidità e l’odio. Un mondo ragionevole in cui la scienza ed il progresso diano a tutti gli uomini il benessere. Soldati! Nel nome della democrazia siate tutti uniti!»

(Charlie Chaplin, Il grande dittatore)

By

Midnight in Paris, secondo me.

Un film acclamato dal pubblico e dalla critica, io l’ho trovato noiosetto e banolotto (uso qui vezzeggiativi per non essere troppo drastico).

Da buon cinefilo di Woody Allen avevo probabilmente troppe aspettative e se sono rimasto affascinato dal calore di Viki Cristina Barcellona o dalla classe di Match Point (per citare film recenti), ho pensato che la maturità di Woody potesse dipingere il ritratto di una città rendendola magica come solo lui sa fare (a volte).

Purtroppo, dopo averlo visto sono rimasto molto deluso. Si tratta di un film che oltre a qualche ironia nelle solite estremizzazioni dei caratteri comportamentali e alcune riuscite caricature di personaggi storici e artistici non va oltre.

La battuta più simpatica del film viene citata nel trailer, i personaggi hanno una recitazione plastica, si vede lontamente come sono impostati dal regista che li fa recitare muovendo la bocca e sbattendo gli occhi poco convinti anche loro del ruolo e della parte.

Siamo troppo distanti da Manhattan oppure da Io e Annie, una fotocopia sbiadita di Vicky Cristina Barcelona, meno cerebrale di Basta che funzioni, neanche lontanamente ricercato di Match Point e neanche un pò divertente rispetto Criminali da strapazzo o dal Dittatore dello stato di Bananas. Ma questa ormai è storia….

L’inizio del film ha una lunghissima carellata di belle immagini di Parigi mentre le scene girate sono pressochè esclusivamente di interni. Le difficoltà maggiori nel girare un film sono le scene esterne ma questo non dovrebbe fermare un regista del suo calibro. Mi viene da pensare sia una questione di budget…. avrei volentieri barattato la presenza nel film di Carla Bruni per qualche altra feature in più! Owen Wilson faccio finta di non averlo visto.

Le comparse sono davvero poche e non si ha la percezione di essere veramente a Parigi (dato il titolo mi sarei aspettato qualcosina di più verista).

E’ presente il solito viraggio marrone tipico dei film di Allen che purtroppo in questo caso si scolorisce di grigio non come in Manhattan ne di rosa come in Tutti dicono i love you… stavolta si attende continuamente un risvolto decisivo mentre invece si scivola lentamente verso una fine prevedibile di un sottotono grigio di noisità.

Non bastano le musiche e le feste di una Parigi della Bella Epoque per far svanire quel senso di tristezza di un personaggio laconico che nel suo io profondo dimostra un’ inadeguatezza e un senso di inettudine autobiografico visto e srtavisto.

Se fosse stato un regista sconosciuto avrei etichettato il film come un prodotto potenzialmente promettente ma questa volta a Woody non gliela passo buona. Non dopo altri inciampi simili come sono stati Scoop e Sogni e delitti.

By

L’AGCOM fa paura a chi ha la coscienza sporca!

Ho la fastidiosa abitudine di andare a leggere i contenuti inerenti alle campagne informative(?) lanciate sul web e ancora una volta dopo la “legge bavaglio” o la questione acqua, voglio puntualizzare quello che credo sia più giusto secondo i miei canoni comportamentali e sociali. Una sorta di opinione etica espressa soggettivamente, criticamente e soprattutto LIBERAMENTE attraverso il web!

Intanto come prima cosa credo sia doveroso cercare il testo del regolamento e LEGGERLO, poi con la dovuta calma ragionare un attimo senza seguire gli impulsi di urlare al lupo al lupo (come andrebbe fatto in tanti altri casi) e confrontare l’oggetto in questione con le propria etica morale.

Social come Twitter, Facebok, tutto il web, un clamoroso tam tam che sta creando allarmismo parlando di terrorismo multimediale sull’ultima mossa dell’ AGCOM in merito al comunicato sul diritto d’autore e tutti quanti subito pronti urlano allo scandalo…..Addirittura si parla di libertà di internet e di arroganza!La libertà è esprimere i propri pensieri( come sto facendo io) e non appropriarsi dei materiali altrui.

Partendo dal presupposto che sono per il Free Sharing e credo che il bello del web sia la condivisione di contenuti, non possiamo ignorare la spinosa questione della legalità nella fruizione dei contenuti da parte di chi se ne frega e decide di scaricare un qualcosa che viene normalmente commercializzato. Siamo sullo stesso piano di un furto.

Entrare al Blockbuster e pretendere di uscire dal negozio senza pagare il DVD non si fa. Basterebbe andare in biblioteca o in cineteca e noleggiare un dvd per la visione privata, questo si.

Vorrei vedere se voi foste gli scrittori o i registi, i produttori, attori o semplici comparse che avete lavorato per un lavoro  e quotidianamente subiste un furto sul vostro lavoro.

Non credo sia giusto urlare allo scandalo per questo regolamento, mi sembra abbastanza sensato e non dice niente di nuovo se non cercare di regolamentare il web. Non è detto che una cosa regolamentata non sia libera.

Di fatto il regolamento dell’AGCOM cerca di contrastare la pirateria dei download illegali e i siti che ospitano tali contenuti, come criticare tale concetto? A meno che non siate dell’idea che non esista la proprietà, non esistono diritti d’autore, ne il diritto di rivendicare i propri contenuti.

Intanto l’AGCOM non è il governo (a proposito di informazione) e la regolamentazione che permetterebbe all’Autorità per le Comunicazioni di rimuovere contenuti sospetti di violazione del copyright dai siti internet senza alcun controllo giudiziario è un bene se il controllo giudiziario dev’essere lento, inefficiente e burocratico come lo è da 40 anni a questa parte. Sarebbe una spesa esagerata e inoltre si chiede di sovvenzionare il modo dello spettacolo e quale modo migliore che fare pagare la fruizione dei contenuti?!

NO ALL’ASSISTENZIALISMO, SI ALLA PROMOZIONE.

Ma forse ci fa più comodo dire che i tentacoli mirano alla libertà di internet  piuttosto che smettere di scaricare i film e tornare ad acquistarli o noleggiarli. Magari è la volta buona che riprendiamo in mano un buon libro formato mattoncino che non dura solo una sera ma che ci accompagna per un pò di tempo facendoci riflettere di più e sussurrandoci che si stava meglio quando si stava peggio.

Buon download a tutti, in fondo alla pagina per i più arditi c’è il tanto temuto PDF scaccia download!

Diritto d’autore: approvato schema di regolamento, 60
giorni per la consultazione
 Nessuna inibizione dell’accesso ai siti Internet
 Misure per la promozione legale e a costi ridotti dei contenuti
digitali
 Possibile ricorso al giudice in ogni fase della procedura
 Siti esteri: prima il richiamo, poi segnalazione alla
magistratura
 Calabrò: “Eliminate ambiguità e possibili criticità, ora
confronto a tutto campo”
Il Consiglio dell’’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, presieduto da
Corrado Calabrò, nella sua riunione odierna, ha approvato a larghissima
maggioranza (7 voti a favore, un astenuto e uno contrario) uno “schema di
regolamento in materia di tutela del diritto d’autore sulle reti di
comunicazione elettronica”. Il provvedimento sarà sottoposto a
consultazione pubblica, della durata di 60 giorni dalla sua pubblicazione
nella Gazzetta ufficiale, con l’obiettivo di acquisire tutte le proposte e le
osservazioni dei soggetti interessati e di consentire così un’occasione
aggiuntiva di confronto puntuale sul testo.
Lo schema di regolamento è stato infatti rielaborato a seguito della
consultazione pubblica sui “lineamenti di provvedimento” che ha visto la
UFFICIO COMUNICAZIONE
E RAPPORTI CON I MEZZI DI
INFORMAZIONE
stampa@agcom.it
www.agcom.it
Tel. 06 – 69644919
partecipazione di 55 soggetti in rappresentanza, a vario titolo, delle
diverse comunità e gruppi di interesse.
Il presidente Calabrò ha dichiarato: “Abbiamo messo a punto un testo
attentamente riconsiderato, dal quale sono state eliminate ambiguità e
possibili criticità, fugando così qualsiasi dubbio sulla proporzionalità e sui
limiti dei provvedimenti dell’Autorità e sul rapporto tra l’intervento
amministrativo e i preminenti poteri dell’Autorità giudiziaria. L’articolato
verrà ora sottoposto a una nuova consultazione pubblica che prevede un
ampio termine per far pervenire osservazioni e suggerimenti. E’ nostra
intenzione stimolare un dibattito approfondito e aperto a tutti i contributi e
a tutte le voci della società civile, del mondo web e di quello produttivo,
della cultura e del lavoro. In questo spirito ho anche dato
la mia disponibilità a un’audizione presso le competenti Commissioni
parlamentari sullo schema di regolamento qualora il Parlamento lo ritenga
opportuno”.
Lo schema del provvedimento si divide in due parti.
La prima è relativa alle misure da sviluppare per favorire l’offerta legale e
la promozione effettiva dell’accesso ai contenuti da parte degli utenti, per il
raggiungimento dei seguenti obiettivi:
 promozione dell’offerta legale tramite l’individuazione di misure di
sostegno allo sviluppo dei contenuti digitali e delle soluzioni
idonee alla riduzione delle barriere normative;
 elaborazione di codici di condotta dei gestori dei siti e dei fornitori
di servizi di media audiovisivi e radiofonici;
UFFICIO COMUNICAZIONE
E RAPPORTI CON I MEZZI DI
INFORMAZIONE
stampa@agcom.it
www.agcom.it
Tel. 06 – 69644919
 promozione di accordi tra produttori e distributori per la riduzione
delle finestre di distribuzione, e la messa a disposizione di
contenuti con modalità di acquisto semplificate e a costi
contenuti;
 promozione di accordi tra operatori volti a semplificare la filiera di
distribuzione dei contenuti digitali relativi alle nuove modalità di
sfruttamento favorendo l’accesso ai contenuti premium;
 individuazione di criteri e procedure per l’adozione di accordi
collettivi di licenza;
 realizzazione di campagne di educazione alla legalità nella
fruizione dei contenuti;
 osservatorio per monitorare i miglioramenti della qualità e le
riduzioni dei prezzi dell’offerta legale di contenuti digitali;
Tali obiettivi saranno perseguiti anche attraverso l’istituzione presso
l’Autorità di un Tavolo tecnico al quale saranno invitati a partecipare tutte
le categorie interessate e le associazioni di consumatori e utenti.
La seconda parte dello schema di regolamento contiene una serie di
misure a tutela del diritto d’autore e si articola in due fasi: una relativa al
procedimento dinanzi al gestore del sito, la seconda al procedimento
dinanzi all’Autorità.
 Nella prima fase, se riconosce che i diritti del contenuto oggetto di
segnalazione sono effettivamente riconducibili al segnalante, il gestore
del sito può rimuoverlo lui stesso entro 4 giorni, accogliendo la
richiesta rivoltagli (notice and take down).
 Nella seconda fase, qualora l’esito della procedura di notice and take
down non risulti soddisfacente per una delle parti, questa potrà
UFFICIO COMUNICAZIONE
E RAPPORTI CON I MEZZI DI
INFORMAZIONE
stampa@agcom.it
www.agcom.it
Tel. 06 – 69644919
rivolgersi all’Autorità, la quale, a seguito di un trasparente
contraddittorio della durata di 10 giorni, potrà impartire nei successivi
20 giorni (prorogabili di altri 15) un ordine di rimozione selettiva dei
contenuti illegali o, rispettivamente, di loro ripristino, a seconda di
quale delle richieste rivoltegli risulti fondata.
 La procedura dinanzi all’Autorità è alternativa e non sostitutiva della
via giudiziaria e si blocca in caso di ricorso al giudice di una delle parti.
Inoltre, come tutti i provvedimenti dell’Agcom, anche le decisioni in
materia di diritto d’autore potranno essere impugnati dinanzi al TAR del
Lazio.
 La procedura non riguarda (sulla base del principio del fair use):
o i siti non aventi finalità commerciale o scopo di lucro;
o l’esercizio del diritto di cronaca, commento, critica o
discussione;
o l’uso didattico e scientifico;
o la riproduzione parziale, per quantità e qualità, del contenuto
rispetto all’opera integrale che non nuoccia alla valorizzazione
commerciale di questa.
 La procedura non prevede alcuna misura di inibizione dell’accesso
a siti internet ed è presidiata dalle seguenti garanzie:
 non si rivolge all’utente finale, né interviene sulle applicazioni
peer-to-peer;
 non limita la libertà di espressione e di informazione, ma assicura
piena garanzia dei diritti di cronaca, commenti, e discussione o di
diffusione a fini didattici e scientifici, nonché ogni uso non lesivo
del normale sfruttamento dei contenuti;
UFFICIO COMUNICAZIONE
E RAPPORTI CON I MEZZI DI
INFORMAZIONE
stampa@agcom.it
www.agcom.it
Tel. 06 – 69644919
 non lede alcuna garanzia di contraddittorio tra le parti coinvolte,
prevedendo in tal senso tempi adeguati nell’interesse di tutte le
parti coinvolte;
 inoltre, differentemente da quanto avviene nella maggior parte
dei Paesi europei, in caso di upload, l’upoloader riceverà l’avviso
di notifica e potrà avviare la procedura di contro notifica.
Nel caso dei siti esteri, qualora, in esito all’attività istruttoria, l’Agcom
richieda la rimozione dei contenuti destinati al pubblico italiano in
violazione delle norme sul diritto d’autore e il sito non ottemperi alla
richiesta, il caso verrà segnalato alla magistratura per i provvedimenti di
competenza.
Roma, 6 luglio 2011

Diritto-dautore-agcom

By

ESP Fenomeni paranormali – Trailer ufficiale italiano

watch?v=2NJbP-IlFJ8

Una troupe televisiva si occupa di documentare, in stile reality, luoghi infestati da fantasmi o presunti tali attraverso un programma intitolato “Grave Encounters”. Per un episodio decidono di rinchiudersi dentro al Collingwood Psychiatric Hospital un vecchio ospedale psichiatrico abbandonato, noto per una grande attività paranormale. Sarà l’inizio di un vero viaggio…all’inferno.

FOTOGRAFIA: Tony Mirza
MONTAGGIO: The Vicious Brothers
MUSICHE: Quynne Craddock
PRODUZIONE: Twin Engine Films, Digital Interference Productions
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
PAESE: Canada, USA 2011
GENERE: Horror, Thriller
DURATA: 92 Min
FORMATO: Colore

Thanks to Eagle Pictures

By

Wonder Woman Film Trailer

Wonder Woman su You Tube