CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Beppe Grillo a Rimini: un intervento ben riuscito!

Un comizio ben riuscito, una discreta platea che ha resistito a temperature rigide e qualche ritardo per motivi tecnici.

Il pubblico era parecchio, i temi sono sempre i soliti: dal sussidio di cittadinanza copiato da gargamella, al nano vittima con in corso 2 processi in meno del leader del movimento 5 stelle, passando per i soldi spesi nelle armi, nei finanziamenti pubblici ai partiti e ai giornali!

Non poteva mancare un accenno alla banca Senese Monte dei Paschi che da decenni è stata gestita dalla fondazione ben vicina al mondo del psi e e del pd e che dovrebbe essere commissariata da organi competenti dopo che la vigilanza della Consob e la Banca italia hanno evidentemente fallito.

Ha simpaticamente preso in giro i romagnoli che da anni hanno inventato il turismo lowcost capaci di vendere vacanze a 40€ al giorno, ma allo stesso tempo colpevoli di nascondere merda sotto i tappeti. Ogni riferimento alla merda in mare e all’inceneritore non sono casuali.

Un Grillo che si sta vendendo, che vuole raccogliere consensi e in questo lo preferivo prima che scendesse in campo ma si sa: ogni cantastorie ha il proprio tornaconto. Alla storia della rivoluzione civile(per dirlo alla Ingroia) non vi credo più, caro Beppe. All’impegno disinteressato non ci ho mai creduto. Ma purtroppo siamo ridotti allo scegliere il meno peggio…. E perlomeno per la simpatia il mio voto lo prenderai, ma attento che gli italiani hanno la memoria breve ma non sono tutti malati di alzheimer!

Un mostro da palcoscenico lo definirei, capace di rappresentare nel proprio linguaggio l’incazzatura degli italiani che da decenni si fanno prendere per il culo da nani, da personaggi dei fumetti e cantastorie varie.
Chissa se questa volta faranno ancora parte del mondo delle favole… O veramente qualcuno si rimboccherà le mani per affrontare il decennio più duro della storia sociale economica del “nostro” paese del dopo guerra.

20130126-210113.jpg