CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

NO al wifi,ecco l’ho detto!

Io dico NO alle reti wi-fi,scelta altamente impopolare, ma come abbiamo il sacrosanto diritto di scegliere sul nucleare cosi dovrebbe essere per tutte quelle dinamiche e tecnologie che possono nuocere alla salute.
L’inquinamento,scorie e reti wireless, appunto.

Ovviamente i rischi e la nocività sono differenti, ma perchè se vado in spiaggia devo assorbirmi delle onde che non siano quelle del mare?!
Lo stesso dentro casa MIA. (se almeno il vicino non la criptava…)

La pericolosità insita delle tecnologie che tanto ci piacciono o ci fanno comodo è testata in real time, è empirica sulle nostre teste e dovrebbe farci riflettere. Tra 50 anni sapremo (o sapranno) cosa è dannoso e cosa non lo è, ma intanto vorrei poter scegliere autonomamente. Ecco.

Non ci sono prove scientifiche che mettano in relazione l’esposizione ai campi elettromagnetici con l’insorgere di malattie quali cancro, leucemie ed altri disturbi, ma esiste uno studio che parla della sindrome da intolleranza elettromagnetica, che viene riconosciuta come una malattia a tutti gli effetti in Svezia.
Secondo lo studio, questa sindrome potrebbe essere collegata a malattie come cancro e Alzheimer, anche se al momento mancano prove evidenti.

Su queste considerazione, il Consiglio Europeo ha deciso di redigere il documento con lo scopo cautelativo di proteggere i ragazzi in fase di crescita, la categoria di persone più sensibili a fattori esterni come appunto le radiazioni.
Sebbene non ci siano conferme scientifiche, infatti, il Consiglio ritiene che sia meglio prevenire anzichè ripetere quanto accaduto in passato con sostanze come il tabacco, il cui collegamento con il cancro è stato accertato soltanto dopo costosi studi e, soprattutto, dopo che milioni di persone si sono ammalate dopo averne abusato.

Siamo fruitori o schiavi della rete?! Peggio dei pesci….