CWM

Vale Riccione

Siti Web & Consulenza Web Marketing

By

Considerazioni sulla celebrazione dell’unità di Italia…Si, con il CAZZO!

Dovrei celebrare uno stato che chiede, promette, e non rende giustizia anzi tratta i cittadini da burattini?!

Uno stato che intanto ti fa pagare tasse, oneri, contributi, iva e poi si riserva di decidere quando e se ti ridarà quello che ti ha preso(magari ingiustamente)?! -Il forte mangia il più debole-

Giovani con il miraggio di un lavoro stabile, continuativo, invece si ritrovano nei migliori dei casi senza tredicesima e figuriamoci la quattordicesima. In Italia il primo diritto dovrebbe essere quello allo studio per valorizzare le proprie risorse investendo sui giovani, sul futuro. No, invece, pensiamo a tirarci la merda addosso,piuttosto… ad elargire favori e credenziali creando delle vere e proprie caste di settore.

Siamo sommersi da tasse, contributi, leggi ad personam, servizi scadenti per il cittadino mentre i politici hanno tutto pagato e gratis.

Non voglio uno stato assistenzialista ma i politici hanno GRATIS

treni,

aerei,

rimborso per l’affitto,

cinema,

teatro,

francobolli,

portaborse,

assicurazioni,

cliniche pagate da NOI,

auto blu,

ristoranti,

cellulare,

autostrade,

treni

con 10.000 Euro di stipendio al mese più l’indennità di carica… senza contare i famigliari al seguito!

Si sono autolegislati il maturamento della pensione dopo 35 mesi di mandato mentre noi che facciamo il lavoro “sporco” chissà se mai la vedremo! Forse in cartolina…

Berlusconi?! Sono 40 anni che le cose vanno di merda, se poi è più facile citare Berlusconi, citiamolo pure, anche lui come capro espiatorio  in mezzo al mucchio!

E’ ora che i politici vadano a lavorare un pò per davvero, è ora che lascino le loro poltrone ormai sfondate, è ora che camminino con i piedi per terra non sulla testa di chi da loro da mangiare. Si, perchè siamo noi che li facciamo mangiare, sono rappresentanti ma anche dipendenti del popolo comunque non comandanti. In qualunque azienda si insegna ai lavoratori che sono i clienti stessi che pagano loro lo stipendio mentre invece i politici cosa hanno fatto per guadagnarselo?! …Essere presenti a 3 sedute su cinque in parlamento (quando va bene e tra l’altro fa loro più comodo)?! Ma stiamo scherzando???!!!!


Se in Italia non fossimo così pecoroni altro che rivoluzione, avremmo già ribaltato tutto da quel dì! ma in fondo va bene così… ci sono le partite domenica e il grande fratello giovedì, mica vale la pena scomodarsi…

E’ un’utopia credere nella giustizia di uno stato flagellato e devastato per anni da potenti perchè si sa che il potere logora e fa ingrassare ma almeno che non ci prendano per il culo facendo buon viso a cattivo gioco millantando un fantomatico sentimento per l’unità di Italia.

Da nord a sud ci sono differenze abissali, dove la stessa cosa costa il 30 % in piu o è servita 5 volte peggio! Uno stato pieno di contraddizioni, uno stato con regioni autonome e quelle che non lo sono lo vorrebbero essere (e chissà perchè).

E’ una questione di buon gusto, lasciate perdere.

Fottetevi, anzi fottiamoci e buon festeggiamento di un’unità precaria e ridicola.
I segreti della casta di Montecitorio

0 Responses to Considerazioni sulla celebrazione dell’unità di Italia…Si, con il CAZZO!

  1. Anonimo says:

    Napolitano ha detto che senza l’unità d’Italia, il Paese sarebbe stato spazzato via dalla storia. Ma invece è proprio quello che è successo! Lo vediamo ogni giorno, nelle nostre vite, quando pensiamo al futuro delle nuove generazioni!

    Mercato del lavoro inesistente, inflazione galoppante, corruzione ovunque e non un politico che muova un solo dito con la scusa del libero mercato, salvo poi legiferare pro l’ennesimo amico potente per lasciargli infangare ulteriormente questo povero Paese ormai sommerso nella merda!